Multimedia

Un saluto di fine anno

Un saluto di fine anno

Un saluto di fine anno

A.E.B.I.

24 dicembre 2020

A tutti i responsabili, loro sedi e fedeli associati.

 

Un saluto di fine anno.

Matteo 16:18  E anch’io ti dico: tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia chiesa, e le porte del soggiorno del morti non la potranno vincere.

 

Cari fratelli in Cristo,

è con grande affetto e sincerità di cuore che vi scrivo queste poche righe. È mio vivo desiderio, nonché oggetto di preghiera quotidiana, augurarvi la pace più profonda e appagante che solo Cristo può dare. Non solo per il Suo Natale, ma per la Sua risurrezione, e per le Sue invariabili promesse.

Anche se quest’anno, invece di raccogliere i frutti di un santo lavoro, ci sembra di raccogliere i cocci di quanto è successo e ancora stiamo vivendo, vorrei comunque incoraggiarvi a stare di buon animo, poiché tutto quello che il nostro Buon Padre fa è sicuramente più proficuo di quanto noi possiamo fare.

A infrangere i nostri progetti è stato un evento straordinario, che non possiamo attribuire al caso ma, a una giusta e perfetta volontà di Dio, senza la quale, nulla è possibile che avvenga, a meno che, non pensiamo di essere un po’ fatalisti, ma non lo siamo.

Troviamo dunque la nostra forza nella Parola di Cristo nostro Signore. Restando uniti come abbiamo fatto finora. Terremo alta la bandiera della salvezza che da l’Evangelo di Cristo. Tutto può accadere, tranne che la Sua “Chiesa” possa essere vinta!

Ci saranno nuovi giorni, nuovi modi e nuove armonie, per le quali, porteremo ancora onore e gloria al nostro comune Signore e Salvatore, Cristo Gesù! (Is. 61:3).

Dio vi benedica!

Con affetto fraterno, vostro in Cristo.

 

Il presidente,

(Marcello D’Ambrosio)