Christian Alive 2020 Intervista al Presidente Marcello D’Ambrosio

Christian Alive 2020, Mostra D’oltremare Napoli 29, 30, 31 Maggio


Il 29-30-31 maggio 2020 si terrà a Napoli, alla Mostra D’Oltremare, la prima edizione del Christian Alive. Un evento che vedrà la partecipazione di artisti, speakers e relatori da tutto il mondo. Dal sito ufficiale dell’evento si legge: “…saranno tre giorni memorabili: un inno alla vita, alla gioia e alla speranza! Non un evento religioso ma una festa per la Vita!”

Abbiamo incontrato il Presidente dell’associazione dell’AEBI – Associazione Evangelica Battista Italiana. Questa organizzazione raggruppa un certo numero di chiese in Campania ed in Italia, ed il suo comitato esecutivo è anche il promotore dell’evento Christian Alive 2020.

Presidente Marcello D’Ambrosio, con quali scopi e finalità l’AEBI ha voluto organizzare il Christian Alive 2020?
Le chiese evangeliche italiane hanno trascorso troppi anni annunciando, in sordina, il messaggio dell’Evangelo di Cristo, per tante difficoltà ostative, che non lo hanno consentito. Credo che questo evento, fuori dagli schemi tradizionali, sarà l’inizio per raggiungere due obiettivi: a) evangelizzare senza confini; b) rimuovere le barriere che ci dividono, pregiudizievolmente, dagli Italiani.

Come può “incastrarsi” il messaggio di Cristo con un tipo di manifestazione del genere?

Come fece Gesù! Portò la divinità nell’umanità. Non c’è contesto umano che sia fuori della Sua portata.

Ci può dire anche quali sono gli obiettivi e le finalità dell’AEBI? Come può descrivere in poche parole questa organizzazione di chiese?

Questa associazione, nata negli anni ottanta, si prefigge lo scopo di tenere unite le chiese, nonché, di diffondere il puro Evangelo in Italia con la collaborazione di tutte le confessioni presenti sul territorio, purché nella sana dottrina Biblica.

Perché è stata scelta la sede della Mostra d’Oltremare?

Per la posizione, l’ampiezza, la struttura e la raggiungibilità. È un luogo che tutti conoscono.

Ci può anticipare qualcosa del programma che si terrà in questi giorni?

Ci saranno relatori, che terranno seminari molto interessanti; oratori, per la predicazione del Vangelo; tanta musica di diversi generi; attività di attrazione, ricreative e espositive. Tutto con la partecipazione di persone e team di rinomanza internazionale.

Perchè la città di Napoli dovrebbe “aprirsi” ad un evento di questo tipo?

Chi può opporsi alla volontà di Dio? Ognuno sarà “sospinto” mediante la propria sensibilità. Che sia per la novità, la curiosità, per amore di conoscenza personale o altro ancora, non lo sappiamo. Confidiamo , però, che ci saranno.

Cosa vi aspettate succeda in quei giorni?
Il nostro desiderio ultimo non è quello di avere solo una presenza massiccia, né di offrire un diversivo fine a se stesso, no! Ma piuttosto di abbattere barriere e pregiudizi che rendono difficile la comunicazione evangelica. Dimostrare che è più naturale adorare Dio fuori dagli schemi sterili e senza vita della tradizione italiana. Offriamo il cuore non la forma a Dio!

Christian Alive vuole avere anche una valenza nazionale. Perchè dovrebbero giungere secondo lei persone da tutta Italia per questo evento?

Sono persuaso che, oltre ai motivi che possiamo immaginare, come conoscenze, appartenenze o la stessa pubblicità mediatica, il titolo stesso “Christian Alive”, lancia un messaggio di carattere interconfessionale, “Cristiani Vivi”, per il quale, auspichiamo, per i prossimi eventi, una maggiore coesione e collaborazione, su tutto il territorio nazionale.

Come e dove si possono reperire informazioni riguardo questo evento?

Sui nostri siti web oppure contattare la nostra segreteria.

www.aebi-italia.it

www.christianalive.it

Segreteria AEBI
Via Rubino Solimano, Snc
Casoria ( NA )
TEL : 3924619078
EMAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

fonte :

https://realinside.it/christian-alive-2020-intervista-al-presidente-marcello-dambrosi

di Alessandro Iovino

 


Stampa   Email